Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > A Magione la 2^ edizione della 25 ore - Energy Saving Race per il (...)

A Magione la 2^ edizione della 25 ore - Energy Saving Race per il risparmio energetico

14.02.2008

Perugia, 14 feb – (Avi News) – Torna all’Autodromo dell’Umbria, per la sua seconda edizione, il 23 e 24 febbraio, la “25 ore di Magione - Energy saving race”, una gara di durata e risparmio energetico, in cui ad aggiudicarsi il premio finale non sarà il più veloce, ma chi, sulla distanza percorsa, avrà consumato di meno. “Eravamo inizialmente scettici sulla riuscita di questa manifestazione – ha detto Marco Poponi, presidente dell’autodromo di Magione, durante la presentazione dell’Energy saving race –, ma vista la crescita di interesse registrata quest’anno, ci siamo resi conto che il messaggio che volevamo mandare è stato recepito e che questa iniziativa è sulla strada del successo. Sono due i principi ispiratori della manifestazione: prima di tutto portare il problema del consumo di carburante e dell’impatto ambientale in una gara, concretizzando la voglia di risparmio degli automobilisti, in secondo luogo avvicinare proprio i conduttori di tutti i giorni (188 nella prima edizione del 2007) all’automobilismo sportivo, per un autodromo, il nostro, aperto a tutti”. Il programma della “25 ore di Magione – Energy saving race”, che è stato presentato giovedì 14 febbraio all’Hotel Brufani di Perugia, prevede la partecipazione di trentasei auto, che avranno a disposizione i 18 box coperti presenti nell’autodromo. Aumentato anche il numero delle case automobilistiche che metteranno a disposizione dei piloti le loro automobili, a riprova del successo dell’iniziativa. La competizione, riservata ai veicoli strettamente di serie, avrà una durata di 25 ore senza soste, comprenderà dunque anche una suggestiva fase di competizione notturna. A vincere sarà l’equipaggio, da quattro a otto piloti per ogni veicolo, che avrà ottenuto il miglior risultato derivato dalla relazione tra il consumo medio di carburante, la velocità media di percorrenza e il peso del veicolo. Tre le categorie di automobili in gara, suddivise in base al tipo di alimentazione: una prima categoria per le auto a benzina, una seconda per quelle alimentate a gasolio e un’ultima per le automobili alimentate con energia alternativa, come gpl o metano. “Abbiamo ottenuto a livello organizzativo risultati soddisfacenti sotto ogni punto di vista – ha commentato il presidente dell’Automobile Club di Perugia, Ruggero Campi –, per questo si parla già di una terza edizione faraonica per il prossimo anno. Un evento che strizza un occhio ai consumi e alle emissioni inquinanti, ma anche un’importante occasione di promozione turistica che dà respiro alla nostra economia. È nostra intenzione infatti fare dell’Autodromo dell’Umbria uno strumento di promozione turistica, prima che impianto esclusivamente sportivo. Per l’edizione di quest’anno parteciperanno più equipaggi rispetto alla passata edizione e più case automobilistiche. Non parteciperanno più, invece, i veicoli commerciali e le auto storiche”. “La cosa che più ci interessa – ha continuato Campi – è che ha partecipare alla 25 ore, che non è una competizione agonistica, non sono piloti professionisti, ma automobilisti di tutti i giorni, che spesso rimangono affascinati dal mondo della guida su pista e tornano all’autodromo per seguire i corsi organizzati guida sicura. In più la manifestazione si colloca tra le iniziative inerenti lo studio della ‘mobilità generale e del risparmio energetico’ che l’Automobile club d’Italia attua su scala nazionale”. “Questa è una manifestazione – ha detto l’amministratore delegato dell’Amub, Ezio Sisti – che nasce dal fatto che l’automobile non è solo un attrezzo sportivo, ma un mezzo che milioni di persone in Italia utilizzano quotidianamente, a riprova di come consumi bassi e sicurezza siano requisiti che tutti cercano nella propria autovettura. Per questo abbiamo organizzato una gara che necessiti di una condotta di guida particolare, che coniughi diversi parametri di velocità media, consumo e peso per ogni categoria in gara”. “È un’iniziativa di successo – ha concluso l’assessore all’ambiente della Regione Umbria, Lamberto Bottini –, vogliamo che la manifestazione si affermi vista la sua attenzione verso l’ambiente, in una Regione guardata con interesse da tutti dal punto di vista delle politiche ambientali”.