Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > CORSI DI GUIDA SICURA PER STUDENTI E SOCI ACI AL CNESS DI MAGIONE

CORSI DI GUIDA SICURA PER STUDENTI E SOCI ACI AL CNESS DI MAGIONE

28.12.2009

Magione, 28 dic (Avi News) – Circa dieci studenti neopatentati sono stati i protagonisti per una giornata intera sul circuito del Centro nazionale di educazione alla sicurezza stradale di Magione. Occasione è stata un corso di guida sicura organizzato e promosso dall’Automobile club di Perugia, in collaborazione con il Cness dell’Autodromo dell’Umbria, che si è tenuto nella mattinata di lunedì 28 dicembre. I ragazzi sono stati scelti tra i 50 iscritti agli istituti tecnici di Bastia, Assisi, Norcia e Gubbio (Itis, Ipsia, Ipc e Itc) che hanno partecipato alle giornate formative che si sono tenute nei mesi scorsi con gli istruttori del Cness.

Il corso costituito da una parte teorica e da una pratica in macchina insieme agli istruttori sulla pista di Magione ha lo scopo di sensibilizzare i giovani automobilisti all’importanza della guida sicura. “Oggi guido io…” si è sviluppato, appunto, in una prima parte teorica durante la quale i piloti-istruttori del Cness hanno dato alcune nozioni fondamentali sulla corretta posizione di guida, sul funzionamento dell’automobile e sui comportamenti da seguire in macchina per prevenire o affrontare situazioni di pericolo. Mentre nella seconda parte pratica e dimostrativa, che si è svolta sul circuito adiacente all’autodromo Borzacchini, gli istruttori hanno eseguito alcuni esercizi in auto con a bordo i ragazzi, simulando manovre di emergenza in situazioni di pericolo, come la frenata differenziata sul bagnato, lo slalom per un corretto posizionamento delle mani sullo sterzo ed esercizi con lo skid car.

“Scopo della giornata, che rientra nell’ambito delle attività istituzionali dell’Automobile club Perugia – ha dichiarato il presidente dell’Aci di Perugia, Ruggero Campi -, è quello di sensibilizzare i giovani automobilisti all’importanza della guida sicura e contribuire a ridurre il rischio di incidenti stradali. Perché è partendo dai giovani, a cui trasmettere questa sensibilità, che potremo avere strade più sicure”.

Entusiasti anche i ragazzi che hanno partecipato, consapevoli dell’importanza di una corretta guida e che hanno auspicato “che questo tipo di iniziative possa estendersi a tutto il territorio e ai nostri coetanei consigliamo di provare quest’esperienza, perché fa comprendere meglio il meccanismo di una macchina e come muoversi in certi momenti dove è sbagliato far prevalere l’istinto”. Insieme agli studenti delle scuole, hanno partecipato anche ragazzi sorteggiati tra i soci e i figli dei soci dell’Aci.

Rosaria Parrilla