Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > EDUCAZIONE STRADALE NELLE SCUOLE: SODDISFAZIONE DELL’ACI DI (...)

EDUCAZIONE STRADALE NELLE SCUOLE: SODDISFAZIONE DELL’ACI DI PERUGIA

02.09.2008

Per i più grandi all’Autodromo Borzacchini i corsi di guida sicura. “I presidi non perdano l’occasione” - Campi: “È importante partire dai bambini per insegnare il rispetto delle regole”

Educazione stradale anche a scuola. È questa una delle novità che gli studenti troveranno all’avvio del prossimo anno scolastico, con l’introduzione della materia “Cittadinanza e Costituzione”. La “vecchia” educazione civica che da quest’anno, in tutte le scuole per un’ora alla settimana, prevede anche l’insegnamento delle basi dell’educazione stradale. “Siamo estremamente soddisfatti – ha dichiarato Ruggero Campi, presidente dell’Automobile club di Perugia – di questa novità. La sfida della sicurezza stradale si può vincere infatti soltanto investendo in maniera certa sulla formazione dei giovani, per i quali l’incidente su strada rappresenta la prima causa di morte nella fascia d’età 18-24 anni. Ho sempre detto, in tutte le occasioni in cui ne ho professato l’importanza, che per poter intervenire sul problema dell’educazione stradale è necessario cominciare dai bambini. Bambini che ovviamente hanno due luoghi di apprendimento delle regole, prima la famiglia e poi la scuola”. “Aver reintrodotto quindi questo obbligo – prosegue Campi - non può che farci piacere, in quanto sostenendo la necessità che si inizi da piccoli ad apprendere le nozioni di un’educazione civica che ricomprende anche quella stradale, in pratica, si fa un primo passo istituzionale verso questo obiettivo. Perché, e non ci stancheremo mai di sottolinearlo e ribadirlo, educare il bambino a scuola, riguardo il rispetto delle regole, significa farne anche un veicolo nella sua stessa famiglia, per trasmettere ai genitori, che spesso non le rispettano per primi, l’importanza delle regole e della sicurezza”.
Ma la battaglia dell’Automobile club di Perugia non si ferma a scuola. “Ricordiamo, infatti – afferma ancora il presidente Campi -, che, in prospettiva, i corsi più avanzati di educazione civica e stradale devono essere seguiti anche dai ragazzi più grandi. E quali sono i posti deputati? Certamente quelli dove vengono fatti corsi di guida sicura con adeguati istruttori federali e noi a Magione, con il nostro autodromo, abbiamo il punto di eccellenza in Umbria. In questo senso, quindi, auspichiamo che i dirigenti scolastici degli istituti frequentati da ragazzi ormai prossimi alla patente o neo-patentati utilizzino questa struttura per non farsi sfuggire l’occasione di insegnare il rispetto delle regole, sia teoriche che pratiche. L’autodromo Borzacchini e l’Automobil club di Perugia sono a loro disposizione”.