Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > PERUGIA-ANCONA, L’UMBRIA È PIÙ VICINA AL MARE CON LA NUOVA (...)

PERUGIA-ANCONA, L’UMBRIA È PIÙ VICINA AL MARE CON LA NUOVA VARIANTE

04.04.2009

Aperta al traffico, venerdì 3 aprile, la variante tra Branca e Fossato di Vico sulla direttrice Perugia-Ancona, lunga 7,4 chilometri. Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato, tra gli altri, il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli, il presidente
dell'Anas Pietro Ciucci, il presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti ed il vicepresidente della Provincia di Perugia Palmiro Giovagnola. Presente anche il presidente dell’Automobile club di
Perugia, Ruggero Campi, che in collaborazione con il Camep ha organizzato la carovana di auto storiche che per prime hanno percorso il nuovo tratto di strada.
In contemporanea sono stati aperti al traffico anche tre lotti della strada statale 3 “via Flaminia” tra Nocera Umbra e Gualdo Tadino, per un totale di 13 chilometri. Per la variante Branca-Fossato sono
stati investiti 37 milioni di euro mentre per i tre lotti della Flaminia l'investimento è stato di 56 milioni di euro.
Soddisfazione da parte dell’Anas che, come ha ricordato il presidente Ciucci, “tra lavori in corso, di prossimo avvio e programmati, su indicazione del ministro Matteoli, ha attivato investimenti complessivi per oltre 2,3 miliardi di euro, a cui vanno aggiunti i circa 500 milioni di euro dei tratti umbri dell’asse di penetrazione viario Quadrilatero Marche-Umbria, per un totale di 2,8 miliardi di euro”.
Durante la cerimonia, inoltre, la presidente Lorenzetti ha sottolineato “l’importanza delle opere inaugurate, per tutta l'Umbria, ma soprattutto per un territorio come quello della fascia appenninica
che sta subendo pesanti contraccolpi a causa della crisi economica”.
Dopo il taglio del nastro, a cui hanno partecipato anche i sindaci di Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Gubbio e Nocera, è partita la carovana di circa 20 auto storiche. Sulla prima, una Jaguar guidata dal presidente Ruggero Campi, è salito a bordo anche il ministro Matteoli. “È un’infrastruttura certamente fondamentale quella inaugurata oggi – ha commentato Campi -, che avvicina l’Umbria alle Marche, nell’ottica di una migliore percorribilità e certamente di una maggiore sicurezza. Abbiamo voluto organizzare, infine, questa sfilata di auto prestigiose che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale e che ha creato molto entusiasmo in una giornata di festa”.